Asseverazioni di congruità

di Gianni Ingardia e Giusi Mondino

Congruità dei prezzi per poter usufruire della cessione del credito d’imposta o dello sconto in fattura

Sono trascorsi ormai diversi mesi da quando a novembre 2021, è entrato in vigore il Decreto 157/2021, meglio noto come Decreto anti-frode. Da quel momento, si è resa necessaria l’asseverazione relativa alla conformità dei prezzi, rilasciata da un professionista del settore edile, oltre al visto di congruità dei documenti fiscali rilasciato da un commercialista, per poter usufruire della cessione dei crediti di imposta o dello sconto in fattura, relativamente alle spese sostenute per i lavori edili.

Fino allo scorso anno il visto di asseverazione era necessario solamente per il Superbonus 110%, ma con l’entrata in vigore del Decreto anti-frode tale obbligo è stato esteso anche a tutti gli altri bonus edilizi (bonus facciate, bonus ristrutturazione ed ecobonus)…

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare di Giugno 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.gianniingardia.com

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Impianto elettrico: come intervenire durante la ristrutturazione

Le differenze tra adeguamento e sostituzione, e le car...

Una storia di successi

Il 2022 segna un’occasione speciale per Steel e per la...

Pranzare in terrazzo: 3 soluzioni super accessoriate per vivere e cucinare all’aperto

Nuove accezioni per lo spazio outdoor che amplia le su...

Recupero dei sottotetti: fascino di copertura

Un ambiente da recuperare con cura, prestando attenzio...

100 Idee per Ristrutturare su Instagram