Design ad alta quota

di Paola Addis e Eleonora Bosco

Design ad alta quota
Foto di Federico Villa

Le case in montagna si trasformano in rifugi moderni sempre più sostenibili, grazie a impianti efficienti e rivestimenti naturali che uniscono praticità e comfort

Nelle abitazioni tipiche montane, tutto evoca la bellezza della natura circostante e da questa ne trae continua ispirazione per creare un’atmosfera suggestiva e accogliente. Ristrutturare uno spazio alpino significa senza dubbio conservare, da una parte, l’immagine tradizionale della baita, fatta di materiali naturali e sistemi di riscaldamento ecologici, e dall’altra trovare tecnologie innovative e affidabili, applicate anche agli arredi, che permettano un assoluto rispetto dell’ambiente e un risparmio energetico significativo.

Pubblicità
Il parquet in rovere spazzolato di Piccardi Living
Il parquet in rovere spazzolato di Piccardi Living

Ne sono un esempio i riscaldamenti a biomassa, particolarmente diffusi in montagna, data la facilità nel reperire la materia prima. «È importante ricordare – spiega Giorgio Vacchiano, ricercatore e docente in gestione e pianificazione forestale – che è preferibile impiegare combustibili naturali, come il pellet o la legna, in grado di rispettare l’approccio “a cascata”…

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare di febbraio 2024

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti