Smart Working

di Carola Serminato

C’era una volta lo studio, quella stanza della casa dove una grande scrivania occupava lo spazio con la sua autorevole presenza. C’erano una volta bambini che giocavano a nascondino sotto scrivanie presidenziali in case bianche. C’era una volta – e c’è ancora – l’esigenza di tenere i conti in ordine, amministrare con saggezza quelle piccole comunità che chiamiamo famiglie.

Il computer, l’archivio di casa, i documenti: oggi tutto si rimpicciolisce e si fa digitale e così anche le abitazioni contemporanee rimodulano i propri spazi living per introdurre angoli destinati alla gestione della casa o delle professioni in smart working. Postazioni a scomparsa, scrivanie dalle dimensioni ridotte che integrano estetica e funzionalità, per poter contare su una postazione lavorativa domestica e poter modulare il tempo del lavoro sulla propria vita.

Foto di copertina

Ideato da Caccaro, Freedhome è il sistema che rivoluziona il tradizionale concetto di parete: da elemento strutturale a superficie da personalizzare. Disponibile in 45 varianti, tra cui il modulo scrivania che emerge dai frontali laccato opaco ombra.

http://www.caccaro.it

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Una casa tutta per sé

Anche quando è di dimensioni contenute, la casa di un...

Cucine a scomparsa, tre proposte per nascondere pentole e fornelli

Le cucine a scomparsa sono il prodotto di un vivere ci...

Una storia di casa

Il tempo è un’artista che dona vita e carattere. Il su...

Open Space, tre idee per un ambiente unico e multifunzione

Arioso, conviviale e luminoso. Le nuove abitazioni rin...

Eleganti nascondigli

In un appartamento romano, lo stile classico si unisce...

100 Idee per Ristrutturare su Instagram