La transitorietà della bellezza naturale

di Paola Addis e Giorgia Bollati

Natura come filosofia

Asimmetrie, tinte opache e consunte, superfici imperfette. E poi una grande parete verde. La casa progettata dal fondatore dello studio di architettura Sergey Makhno Architects per la sua famiglia segue la filosofia del Wabi-sabi, visione estetica giapponese che ricerca una “bellezza imperfetta, transitoria”: in breve, naturale.

Il progettista ha ridisegnato le linee di un attico all’ultimo piano di un palazzo ucraino e, alle travi in legno grezzo del solaio, ha accostato il rivestimento in argilla naturale a parete…

Indirizzario web

www.mahno.com.ua

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare dicembre 2020 – gennaio 2021

Guarda il progetto sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Una casa tutta per sé

Anche quando è di dimensioni contenute, la casa di un...

Cucine a scomparsa, tre proposte per nascondere pentole e fornelli

Le cucine a scomparsa sono il prodotto di un vivere ci...

Una storia di casa

Il tempo è un’artista che dona vita e carattere. Il su...

Open Space, tre idee per un ambiente unico e multifunzione

Arioso, conviviale e luminoso. Le nuove abitazioni rin...

Eleganti nascondigli

In un appartamento romano, lo stile classico si unisce...

100 Idee per Ristrutturare su Instagram