Monolocali: tre idee per ottimizzare gli spazi grazie a un angolo cottura piccolo ma super accessoriato

di Eleonora Bosco

Monolocali: tre idee per ottimizzare gli spazi grazie a un angolo cottura piccolo ma super accessoriato
Foto di Paris d'intérieur

Tra configurazioni a scomparsa e layout da esibire, le cucine progettate all’interno dei monolocali acquistano nuovo carattere e racchiudono, in spazi ristretti, tutte le funzionalità

Arredare le piccole metrature può rappresentare una sfida interessante per ogni progettista. Da una parte sarà necessario fare i conti con dimensioni ridotte e un uso limitato dello spazio mentre dall’altra può essere l’occasione giusta per liberare la creatività con soluzioni originali, in grado di sfruttare al meglio tutta la superficie. Nel caso delle cucine, in cui è indispensabile compattare tutte le funzioni di uno spazio tradizionale in pochi centimetri, sarà importante considerare le abitudini di vita di chi le abita, in modo da inserire pochi elementi ma essenziali, e rendere quanto più fruibile l’area attrezzata, valutando passaggi e ingombri.

Pubblicità

Ambiente unico

Il posizionamento della cucina all’interno di un monolocale dovrebbe essere fatto in base alla geometria della casa e all’effetto voluto. Molto spesso, infatti, si tende a creare un open space, in cui l’area di preparazione dei cibi è in continuità con la zona giorno. «Eliminare tramezzi e divisioni – spiega l’interior designer Aurore Pannierè un’ottima soluzione per recuperare metratura e sfruttare al meglio la luce naturale». Il risultato è un ambiente unico, da mostrare, in cui stile e arredo risulteranno uniformati. Questa soluzione, unita a un uso sapiente dei colori, aiuterà anche a ingrandire visivamente lo spazio.

Tutto su misura

Grazie a soluzioni personalizzate, la mini cucina potrà essere dimensionata ad hoc, secondo gli spazi disponibili, e attrezzata con tutto l’occorrente per la conservazione, la preparazione e la cottura dei cibi. «Lo spazio è prezioso – racconta l’architetto Pietro Carlino -. Per questo, si deve sfruttare al massimo profondità e altezza, con un mobilio capiente e pensili alti che possono diventare tutt’uno con il soffitto». In appena un paio di metri di sviluppo, è possibile ottenere composizioni funzionali e ben organizzate.

Mobili a scomparsa

In una cucina piccola, la funzione di contenimento può essere svolta, all’occorrenza, da elementi trasformabili o a scomparsa che aumentano lo spazio di archiviazione e rendono più fruibile ogni angolo. Tavoli estraibili o a ribalta e cestelli girevoli diventano invisibili quando non utilizzati, celati all’interno della struttura, e pratici e capienti una volta aperti. «Gli elementi d’arredo possono trasformarsi in base alle esigenze quotidiane e abitative dei proprietari – spiega l’interior designer Andrea Castrignano –. Da una parte rendono sicuramente la zona giorno funzionale e multiuso, dall’altra, limitano considerevolmente gli ingombri, lasciando libero gran parte dell’ambiente». Design e tecnologia si uniscono per ottenere uno spazio ordinato e accogliente, in grado di nascondere anche tutti gli elettrodomestici.

Monolocali: tre idee per ottimizzare gli spazi grazie a un angolo cottura piccolo ma super accessoriato
Foto di Stefano Scarano

Stile industriale

di Andrea Castrignano

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Monolocali: tre idee per ottimizzare gli spazi grazie a un angolo cottura piccolo ma super accessoriato
Foto di Paris d’intérieur

Spazio aperto

di Aurore Pannier

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Monolocali: tre idee per ottimizzare gli spazi grazie a un angolo cottura piccolo ma super accessoriato
Foto di Simone Furiosi

Rovere e colore

dello studio Foresio Carlino

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare di Aprile 2023

Guarda i progetti sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti