Progettare a colori: tre idee per trasformare gli ambienti con gli abbinamenti cromatici

di Elena Fassio

Progettare a colori: tre idee per trasformare gli ambienti con gli abbinamenti cromatici
Foto di Simone Furiosi

Il colore trasforma il carattere degli ambienti e favorisce il benessere di chi li vive. Dà le giuste proporzioni allo spazio e può distinguere o collegare

Tinte pastello e delicate o tonalità vivaci e accese? I colori possono determinare il carattere e lo stile di qualsiasi ambiente. Nel progettare un’abitazione il colore rappresenta un elemento fondamentale, come mobili, accessori e tendaggi, e gioca un ruolo molto importante nell’effetto estetico e decorativo. «Il colore rende l’ambiente accogliente e confortevole. Crea benessere e atmosfera, che sia di relax o di vivacità, e per questo va studiato attentamente con i committenti – spiega l’architetto Selina Bertola -. Qualunque siano il colore e la gradazione scelti, vanno progettati insieme a tutti gli altri elementi della casa».

Pubblicità

Contrasto o armonia? Partendo dal presupposto che non esistono abbinamenti di colori giusti o sbagliati, la scelta dei toni da accostare dipende dal carattere che si vuole dare all’ambiente. «I colori più energici, come rossi e gialli, oppure gli accostamenti di due colori complementari, sono adatti ad ambienti dallo stile originale ed estroso, soprattutto nelle zone living dove servono vivacità e luminosità, o nelle zone di passaggio come ingressi e corridoi – continua l’esperta -. Se si preferisce un effetto più delicato ma comunque profondo e tridimensionale, si può giocare con i chiaroscuri di uno stesso colore. Per un effetto rilassante, invece, sono consigliati i blu e i verdi, magari accostati a tonalità neutre come il bianco e il grigio che vanno a braccetto con quasi tutti i colori e arricchiscono l’estetica dell’arredo. I colori pastello invece rendono l’ambiente più fresco e primaverile. Con tutte le tonalità si può giocare e creare».

Strategie ottiche. Il colore di un ambiente deve essere progettato fin dall’inizio, insieme alla disposizione e all’esposizione della stanza, agli arredi, ai complementi, alle luci. È bene ricordare, per esempio, che i colori scuri definiscono i contorni. Raccolgono al loro interno. Compresi quelli delle carte da parati e delle decorazioni parietali. I colori chiari invece ampliano, riflettono la luce e fanno scivolare con facilità lo sguardo. Allo stesso modo, la colorazione di mobili, pareti e pavimenti può definire il volume dell’ambiente. Si tratta di giochi ottici, di luce e di materiali che possono rendere un soffitto più alto o più basso, distinguere diverse zone all’interno della stessa stanza o collegare spazi fisicamente distanti.

Esposizione. Quando si sceglie il colore di una stanza, fosse anche il bianco, bisogna ricordare le potenzialità della luce fredda e calda. Una stanza esposta a nord ha scarsa illuminazione naturale e intensifica le tinte fredde. Una stanza esposta a sud riceve costante luce calda e costante nel corso della giornata. Anche i colori neutri, quindi, possono apparire più freddi o più caldi a seconda dell’esposizione e dell’ora del giorno, o dell’illuminazione artificiale che si sceglie.

Progettare a colori: tre idee per trasformare gli ambienti con gli abbinamenti cromatici
Foto di Stefano Scarano

Serenità e concentrazione

di Andrea Castrignano

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Progettare a colori: tre idee per trasformare gli ambienti con gli abbinamenti cromatici
Foto di Serena Eller Vainicher

Un attico su Villa Ada

di Studio Tamat

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Progettare a colori: tre idee per trasformare gli ambienti con gli abbinamenti cromatici
Foto di Simone Furiosi

Dal Marocco ai Navigli

di studio Nomade Architettura

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare di Ottobre 2022

Guarda i progetti sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti