Mini lavori e bonus mobili

di Gianni Ingardia e Giusi Mondino

Quali interventi, anche minimi, sono necessari per potere accedere al credito d’imposta sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici

I bonus che orbitano attorno al mondo dell’edilizia sono di diversa natura e fanno riferimento a diverse tipologie di interventi edili. Tra questi, il bonus mobili costituisce un’opportunità fiscale di cui il contribuente può usufruire, solamente nel caso in cui abbia realizzato uno o più interventi edili. Tra gli interventi edili utili ad accedere al beneficio di agevolazione fiscale per l’acquisto dei mobili, rientrano quelli coperti dal bonus ristrutturazione, che garantisce di recuperare il 50% del costo sostenuto per effettuare i lavori, fino ad un importo massimo di 96.000€.

Solitamente la ristrutturazione edilizia comprende opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, come ad esempio la modifica alla ripartizione dei muri tramezzi interni, opere strutturali, il rifacimento degli impianti, la sostituzione dei pavimenti e degli infissi interni ed esterni, ecc.

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare di Aprile 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.gianniingardia.com

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Impianto elettrico: come intervenire durante la ristrutturazione

Le differenze tra adeguamento e sostituzione, e le car...

Una storia di successi

Il 2022 segna un’occasione speciale per Steel e per la...

Pranzare in terrazzo: 3 soluzioni super accessoriate per vivere e cucinare all’aperto

Nuove accezioni per lo spazio outdoor che amplia le su...

Recupero dei sottotetti: fascino di copertura

Un ambiente da recuperare con cura, prestando attenzio...

100 Idee per Ristrutturare su Instagram