Legno all’aperto

di Paola Pianzola

Legno all'aperto
Ultrashield by Déco è un legno composito dotato di uno scudo polimerico estruso

Nelle pavimentazioni outdoor, l’eleganza del legno si abbina a prestazioni funzionali sempre più elevate grazie alla ricerca sui materiali

Versatile e molto utilizzato per rivestimenti esterni, il legno offre una combinazione unica di bellezza naturale e resistenza. Esistono diverse opzioni per le pavimentazioni esterne, tra cui il legno al naturale, che richiede una corretta manutenzione per proteggerlo come la verniciatura o l’applicazione di oli protettivi, quello termotrattato, che subisce un trattamento termico ad alta temperatura che ne migliora la resistenza agli agenti atmosferici, all’attacco di insetti prolungandone la durata nel tempo e riducendo la necessità di manutenzione, e il legno composito WPC (Wood Plastic Composite), un materiale che combina fibre di legno con polimeri plastici ed è un’alternativa resistente e a bassissima manutenzione.

Pubblicità
Legno all'aperto
© Carlo Baroni

Tra le specie legnose naturali indicate per gli esterni, le più note sono il Teak, il Douglas Fir, il Larice, l’Ipé

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare di aprile 2024

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti