Scomparire è un’arte: massima fluidità degli spazi con le porte scorrevoli

di Carola Serminato

Perfette per ambienti minimali e per chi ama arredare per sottrazione, le porte a scomparsa, o porte scorrevoli, si adattano a ogni arredamento, creando una soluzione di continuità su tutta la superficie muraria. Il controtelaio introduce dettagli costruttivi che, decorati dello stesso colore della parete, diventano completamente invisibili, per una perfetta mimetizzazione della struttura.

Nulla ferma lo sguardo e la parete diventa una quinta teatrale: colori, fantasie, texture e tessuti danno un’impronta originale e scenografica agli spazi della casa. La carta da parati, ad esempio, a lungo accantonata dal mondo del design, torna oggi con una vivacità inaspettata e può essere utilizzata anche per rivestire i pannelli delle porte a scomparsa. Una versatilità possibile grazie alla presenza di un controtelaio privo di finiture esterne, che consente all’apertura di integrarsi in modo totale con il disegno della parete.

Foto di copertina

Eclisse Syntesis Line è il controtelaio per un’anta scorrevole a scomparsa senza finiture esterne, capace di scomparire completamente nella parete, grazie all’assenza di stipiti e coprifili.

http://www.eclisse.it

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Un’idea facile e il bagno sembra un altro

L’estetica della placca Pucci, più piccola e sottile...

Giocare con gli spazi: tre proposte per ricavare due comodi bagni in un bilocale

Che si viva da soli o in coppia, un secondo bagno può...

Il piatto doccia c’è ma non si vede

Wedi Fundo Plano è un sistema per doccia filo paviment...

La divisione flessibile in stile industriale

Partizioni industrial Lo studio Pantùma di Cagliari...

La porta blindata si evolve

La cura per i dettagli e l'estetica nascondono l'anima...

100 Idee per Ristrutturare su Instagram