Bagni più luminosi: quattro progetti in cui giochi di trasparenze trasformano l’antibagno in uno spazio fluido

di Elena Fassio

Bagni più luminosi: quattro progetti in cui giochi di trasparenze trasformano l'antibagno in uno spazio fluido
Foto di Carlo Baroni

Obbligo od opportunità? Gli antibagni permettono di creare spazi intimi e funzionali, giocando con i materiali e le trasparenze per un risultato inaspettato

L’antibagno non è solo uno spazio cuscinetto che la legge impone di inserire, ma può diventare fonte di grandi opportunità progettuali e luogo in cui dare sfogo alla propria fantasia, coniugando estetica e funzionalità. Si può infatti giocare con i materiali e le trasparenze, in modo da creare due spazi fluidi e integrati tra loro, oppure optare per una maggiore privacy, a seconda delle esigenze. In ogni caso, risponde alla necessità di creare un filtro tra l’aria del bagno e quella della cucina, che non possono essere direttamente collegate per motivi igienici, anche se non lo sono visivamente.

Normativa

«I regolamenti comunali stabiliscono con norme precise le dimensioni del bagno e del relativo antibagno – spiega l’architetto Giulio Paolo Calcaprina, dello studio Opa ArchitetturaIn linea generale, la superficie minima è di 1.2 mq, con lato minore non inferiore a un metro. L’altezza non può essere inferiore a 2.40 metri, salvo deroghe indicate dalla norma regionale. Locali wc e antibagno devono essere separati tra loro mediante pareti a tutta altezza. Infine, il rivestimento del pavimento e delle pareti deve essere realizzato in materiale impermeabile, antiscivolo, facilmente lavabile e disinfettabile, secondo i regolamenti edilizi».

Spazi

Oltre all’obbligatorietà di legge, però, è opportuno creare un antibagno anche per separare spazi con funzioni diverse e garantire una resa estetica migliore. «Se lo spazio dell’antibagno viene ottimizzato al meglio, giocando con le trasparenze, può diventare un elemento di design e integrarsi con gli altri ambienti della casa – sostiene l’architetto Alessandra Alessandri, dello studio 2A-rchitettura -. Un mobile del bagno minimale e curato, separato da una parete in vetro non satinato, può diventare, per esempio, un complemento d’arredo al fondo di un corridoio, al posto di un vaso. In questo modo l’antibagno rimane un servizio quasi a sé stante, come nei ristoranti, e può essere usato comodamente dagli ospiti senza doversi chiudere in bagno».

Luce

La porta dell’antibagno in vetro, quindi, permette di integrare maggiormente uno spazio di servizio al resto della casa, donandogli dignità e valore estetico. Ma anche la parete divisoria tra antibagno e bagno può essere vetrata. «Questo escamotage permette di far passare la luce che arriva dalla finestra tra i due ambienti, soprattutto se questa è presente solo in una delle due porzioni, evitando la sensazione di claustrofobia – spiega l’architetto Elisa Burnazzi dello studio Burnazzi-Feltrin -. Per una maggiore privacy si può optare per un vetro satinato, o semitrasparente, o retrolaccato. In questo modo, la luce arriva dall’esterno ma anche dalle altre stanze della casa e, di notte, il bagno diventa una scatola luminosa, un elemento di illuminotecnica».

Bagni più luminosi: quattro progetti in cui giochi di trasparenze trasformano l'antibagno in uno spazio fluido
Foto di Armando Moneta

Casa in bianco e nero

di Andrea Castrignano

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Bagni più luminosi: quattro progetti in cui giochi di trasparenze trasformano l'antibagno in uno spazio fluido
Foto di Paolo Lazzari

Un coperchio di vetro

dello studio 2A-rchitettura

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Bagni più luminosi: quattro progetti in cui giochi di trasparenze trasformano l'antibagno in uno spazio fluido
Foto di Francesco Conti

Elemento sorpresa

dello studio Opa Architettura

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Bagni più luminosi: quattro progetti in cui giochi di trasparenze trasformano l'antibagno in uno spazio fluido
Foto di Carlo Baroni

Una scatola di luce

dello studio Burnazzi-Feltrin

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare di Agosto 2022

Guarda i progetti sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.