Bagni&Relax: tre proposte per il benessere

di Elena Fassio

Foto di Marco Curatolo

Saune, docce sensoriali e vasche idromassaggio sono un toccasana per il benessere psicofisico, anche negli appartamenti cittadini

Siamo abituati a pensare all’idromassaggio, alla sauna e al bagno turco come a un lusso da spa, un’esperienza eccezionale, una coccola che concediamo solo raramente al nostro corpo e alla nostra mente. Ma che abitiamo in campagna o in città, in montagna o in pianura, che abbiamo o meno un giardino, sono tante le soluzioni per inserire uno spazio dedicato al benessere nella nostra abitazione. Ritagliarsi un angolo rigenerativo dove espellere lo stress e le tossine della giornata è diventata un’abitudine diffusa, anche grazie alla facilità di installazione e ai costi relativamente contenuti.

Esperienza. Parliamo di hammam, vasche idromassaggio con cromo e musicoterapia, docce esperienziali, mini-piscine interne e – per chi apprezza i benefici del caldo secco – di saune. Con o senza vapore, se le temperature toccate sono alte, dopo il trattamento è consigliabile distendersi per una decina di minuti, per rilassarsi e consentire alla pressione sanguigna di ritrovare i valori normali, facendo una doccia fredda e arieggiando l’ambiente. «Per stare bene nella propria abitazione è necessario ritagliarsi un posto dove dedicarsi a se stessi. Possibilmente nelle aree più intime della casa, come la zona notte» – spiega l’architetto Luigi Sammarro –. «Si può fare anche dove le dimensioni non sono ampissime, se si inserisce quest’esigenza nella progettazione fin dall’inizio».

Consumi. Oggi le aziende puntano a ottimizzare i consumi delle aree benessere domestiche. Offrono soluzioni adatte anche agli spazi di un appartamento, e si servono di materiali poco trattati e poco inquinanti, per la salute dei fruitori e dell’ambiente. Grazie agli svariati modelli e misure presenti sul mercato, praticamente tutte le stanze sono adatte all’installazione di un bagno turco, di una sauna o di una doccia benessere. «Per diminuire ancora di più i consumi, ma anche per rendere l’ambiente davvero rilassante, è consigliabile progettare l’area relax in un bagno con ampie finestre, per garantire il ricambio d’aria e l’accesso della luce naturale» – spiega l’architetto Andrea Roscini dello studio 23bassi.

Alternative. Se le mini-piscine e le saune sono troppo ingombranti per le nostre esigenze, ottima alternativa è un’ampia doccia esperienziale, magari due in uno con la vasca idromassaggio. Questa soluzione, infatti, ruba poco spazio al bagno, ma garantisce un ambiente ampio e riparato dove concedersi un lusso di cui beneficiano tutti i sistemi del nostro corpo: muscolare, nervoso, respiratorio, digestivo.

Foto di Riccardo Lanfranchi

Un bagno intelligente e naturale

di Andrea Castrignano

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Foto di Nico Marziali

L’importanza della zona notte

di architetto Luigi Sammarro

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

In casa con piscina, palestra e sauna

di studio 23bassi

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare marzo 2021

Guarda i progetti sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Una casa tutta per sé

Anche quando è di dimensioni contenute, la casa di un...

Cucine a scomparsa, tre proposte per nascondere pentole e fornelli

Le cucine a scomparsa sono il prodotto di un vivere ci...

Una storia di casa

Il tempo è un’artista che dona vita e carattere. Il su...

Open Space, tre idee per un ambiente unico e multifunzione

Arioso, conviviale e luminoso. Le nuove abitazioni rin...

Eleganti nascondigli

In un appartamento romano, lo stile classico si unisce...

100 Idee per Ristrutturare su Instagram