Nascosto a metà

di Elena Fassio

Dividere il bagno in due ambienti garantisce la privacy, permette di sfruttare tutto lo spazio e dà la possibilità di usarlo contemporaneamente

In Italia, tradizionalmente, il bagno è costituito da una stanza unica con lavandino, wc, bidet, doccia e vasca. Altrove, in stati come Francia, Inghilterra o Stati Uniti, il wc viene spesso isolato in un ambiente a sé, chiuso da pareti e porta, all’interno o all’esterno dello stesso bagno. Scegliere di dividere in due la stanza da bagno, nascondendo allo sguardo la parte più privata che contiene wc e bidet, può essere però una soluzione igienica, funzionale ed esteticamente elegante, oltre a garantire più privacy.

Metratura. «Per dividere il bagno nascondendo i sanitari è spesso necessario avere a disposizione una metratura maggiore rispetto all’ambiente unico», spiega l’architetto Laura Mapelli dello studio Mob Architects. «La situazione ottimale si presenta quando si possono unire funzionalmente due ambienti prima separati, come un bagno di servizio e una lavanderia o una stireria. Altrimenti si rischia di dover chiudere una parte della stanza, impedendo a una delle due parti di accedere alla finestra. In questo caso, se non esistono specifiche esigenze di fruizione contemporanea, è consigliabile mantenere una stanza unica più ampia».

Funzione. Specialmente nelle case che hanno un solo bagno, o abitate da famiglie numerose, spesso è necessario che più persone utilizzino il bagno contemporaneamente. Uno fa la doccia, l’altro carica la lavatrice, qualcuno si trucca, qualcuno deve usare il wc. «Quando ci sono esigenze di fruizione contemporanea, è meglio se ogni ambiente mantiene il proprio ruolo e la propria privacy, anche per comodità d’uso», spiega l’architetto Annalisa Carli. «Nella stanza quadrata tradizionale lo spazio centrale normalmente rimane inutilizzato. Per questo io stessa consiglio totem, colonne o pareti attrezzate che dividano l’ambiente, nascondendo la parte più intima e permettendo di sfruttare tutto lo spazio. Ma solo se le dimensioni e le finestre consentono di mantenere entrambi i vani areati e illuminati».

Illuminazione. «L’illuminazione ottimale per un bagno diviso in due parti sarebbe una doppia finestra o una finestra condivisa dalle due aree, sia per il passaggio della luce che dell’aria», spiega l’architetto Paola Oliva dello studio Brainfactory. «L’illuminazione artificiale si può però utilizzare con risultati molto soddisfacenti nelle zone che, pur beneficiando del ricambio d’aria, rimangono in ombra». Ne sono un esempio i led nella zona doccia o i faretti sopra lo specchio del mobile, che permettono di ottenere una luce funzionale, calibrata e ben indirizzata.

Ambienti divisi per garantire privacy

di Architetto Annalisa Carli

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Sfruttare il centro della stanza

di Studio Brainfactory

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Una stanza dedicata al benessere

di Studio Mob Architects

Guarda il progetto sulla Rivista Digitale

Articolo pubblicato su 100 Idee per Ristrutturare settembre 2020

Guarda i progetti sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 13,99 €

Partner

I più letti

Cucine a scomparsa, tre proposte per nascondere pentole e fornelli

Le cucine a scomparsa sono il prodotto di un vivere ci...

Una casa tutta per sé

Anche quando è di dimensioni contenute, la casa di un...

Una storia di casa

Il tempo è un’artista che dona vita e carattere. Il su...

Open Space, tre idee per un ambiente unico e multifunzione

Arioso, conviviale e luminoso. Le nuove abitazioni rin...

Ricomincio dal portico

Caratteristico della casa rurale, con la giusta pavime...

100 Idee per Ristrutturare su Instagram